inferno2

Messaggi sull’Inferno

21 – 27 febbraio 1988

Cari figli, ricordate nei vostri cuori coloro che sono già morti, dato che molte anime soffrono perché non hanno nessuno che preghi per loro. Ci sono figli che non capiscono, e non credono nell’esistenza dell’inferno. Chiunque pensa così sbaglia. L’inferno esiste, figli miei, e molti che sono morti si trovano lì perché non credevano alla sua esistenza. Se ognuno si fermasse per un momento a pensare a cosa sia l’inferno, ci sarebbero molte conversioni. Rimanete nella pace.

34 – 5 maggio 1988

Cari figli, vorrei tenere ognuno dei vostri cuori tra le mie mani, per portarvi da Gesù, perché solo lui può salvarvi. Se volete risolvere i vostri problemi tornate a Gesù, il Salvatore. Nessuno dovrebbe andare dai falsi profeti per risolvere i problemi, perché essi [sostengono di] lavorare nel nome di Dio solo per ingannare quei figli che non sono ben informati. Piango quando vedo qualcuno dei miei figli dedicarsi allo spiritismo o al candomblé, pensando in tal modo di poter risolvere i propri problemi. Ma essi non fanno che moltiplicare questi problemi. Questi falsi profeti sono già condannati all’inferno e vogliono portare con sè i miei figli innocenti. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Rimanete nella Pace.

65 – 9 agosto 1988

Miei amati figli, oggi sono molto triste e addirittura piango nel vedere così tanti figli sulla via della perdizione, nonostante i tanti miei appelli. Oggi molte anime vanno all’inferno, e pochissime vanno in paradiso. Tutto questo è dovuto alla mancanza di obbedienza a Dio. Continuate a pregare affinché i miei piani si realizzino. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

85 – 24 settembre 1988

Iniziate ad amare i vostri nemici e avversari. Non giudicate. Non rimanete nell’amarezza. Non custodite avarizia nel vostro cuore, solo amore. Non desiderate alcun male per i vostri nemici ma, piuttosto, chiedete a Dio di benedirli e proteggerli. Io e mio Figlio vi daremo la grazia di amarli sempre di più. Al giorno d’oggi, la grande maggioranza delle persone va in purgatorio quando muore. Un certo numero va all’inferno. Solo una minoranza va direttamente in paradiso, senza passare attraverso il purgatorio. Questo accade perché le persone non si preparano alla morte. Pensano che Dio e la sua legge non abbiano importanza. Tornate indietro. Ritornate a pregare per i sacerdoti. Pregate per le vocazioni sacerdotali. Pregate che satana non riesca a distruggere i miei piani. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

159 – 8 aprile 1989

Cari figli, se vivete abitualmente in peccato mortale, voi siete spiritualmente morti. E se giungete al termine della vostra vita in questo stato, vi attende la morte eterna all’inferno. In questo mondo, che è divenuto peggiore dei tempi del diluvio universale, correte il rischio di essere eternamente perduti. In effetti, quante anime precipitano all’inferno tutti i giorni perché non accettano l’invito, che ho fatto in molte regioni del mondo, a ritornare alla strada che conduce a Dio seguendo il sentiero della preghiera, della penitenza e della conversione interiore. Soprattutto i mali di ordine spirituale possono pregiudicare la vita soprannaturale delle vostre anime. Il peccato si è diffuso come il peggiore e il più pericoloso dei flagelli, spargendo ovunque malattia e morte in molte anime. Fate attenzione. L’inferno esiste. È eterno. E oggi molti corrono il rischio di precipitare all’inferno perché hanno preso questa malattia mortale. Pregate e fate penitenza per le anime. Molte anime stanno soffrendo perché non c’è nessuno che preghi per loro. Continuate, continuate, continuate a pregare. Pregate per i sacerdoti. Pregate per le vocazioni al sacerdozio. Pregate per le anime in purgatorio. Pregate per il Santo Padre. Pregate che satana non riesca a distruggere i miei progetti. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

222 – 24 ottobre 1989

Cari figli, sono la vostra Madre Immacolata. Sono sempre con voi per proteggervi e guidarvi. È giunta la mia ora. I tempi dolorosi da me predetti sono arrivati. Vivete in un mondo che non considera più peccato il male. Molti hanno perduto il senso del peccato, così il peccato viene sempre più commesso e giustificato, e un numero crescente di anime precipita ogni giorno all’inferno. Ogni istante che vivete sulla terra, correte il grande rischio di essere eternamente perduti. Certamente non posso chiedervi di stare immobili o di non vivere in questo mondo. Per volontà di mio Figlio, vivete in questo mondo, ma non di questo mondo. Desidero che voi seguiate solo mio Figlio, che è la vostra vita. Egli è salito al cielo per prepararvi un posto e per aiutarvi a vivere in questo mondo sempre con gli occhi rivolti verso il paradiso. Non sarete mai ingannati da questo mondo se, con me che vi conduco per mano, seguirete Gesù, vostra Via, Verità e Vita in ogni istante. Seguitelo, preparatevi e convertitevi. Questa è l’ora della vostra conversione. Convertitevi. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace. .

233 – 24 ottobre 1989

Cari figli, siate modesti nel vostro modo di vestire. Ci sono molte mode che offendono Dio, Nostro Signore, e così tante anime gettano se stesse nell’inferno ogni giorno. Date il buon esempio a tutti, specialmente con un modo di vivere austero, rigettando le mode sempre più provocanti e oscene. Siate vigilanti. Uno dei vostri peccati, per quanto piccolo possa essere, può danneggiare la vostra vita spirituale. Ricordate sempre che il vostro corpo è il tempio dello Spirito Santo, e pertanto nulla di impuro dovrebbe macchiarlo. Siate vigilanti, siate vigilanti, siate vigilanti. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

234 – 24 ottobre 1989

Cari figli, con l’immenso desiderio di portarvi tutti in Cielo, lascio il mio trono di Gloria e giungo dal Cielo alla terra per chiedervi di pregare il rosario e di non offendere più Nostro Signore, il quale è già così offeso. Non c’è problema che non possa essere risolto pregando il Rosario. Pertanto pregatelo sempre. Non cessate di pregarlo. Prometto a tutti coloro che pregano il rosario tutti i giorni e diffondono questa devozione, che i loro nomi saranno scritti nel mio cuore e non saranno mai cancellati. Se non ascoltano i miei appelli, molte anime getteranno se stesse all’inferno per l’eternità. La Chiesa sarà perseguitata come mai prima e il Santo Padre soffrirà molto. Pregate per lui. Il vicario di Mio Figlio dovrà soffrire molto, perché la Chiesa sarà vittima di grandi persecuzioni. Questo sarà il tempo delle tenebre, e la Chiesa attraverserà una crisi orribile. Pregate per la chiesa. Pregate per il Santo Padre. Pregate per voi stessi. Sono la vostra Madre Addolorata. Soffro per ciascuno di voi. Soffro a causa della vostra sofferenza. Non temete. Sarò al vostro fianco per aiutarvi nelle ore più difficili. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

610 – 11 marzo 1993

Cari figli, vi chiedo di non risparmiare sforzi nell’opera di diffusione dei miei messaggi, poiché attraverso di essi desidero condurvi ad un desiderio ardente e continuo di Dio. Oggi vi invito anche a pregare di più, poiché il grande trionfo del mio Cuore Immacolato si sta avvicinando. Non vengo dal cielo per scherzo. Ciò che dico dovrebbe essere preso sul serio immediatamente. Sono la Madre della Grazia e della Misericordia, e pertanto mi preoccupo per voi, poiché il tempo per la vostra conversione sta volgendo al termine. Ritornate adesso. Convertitevi subito. Non peccate più, poiché ci sono molte anime all’inferno a causa dei loro peccati. Se non vi convertite, ci sarà un grande pentimento, ma potrebbe essere tardi. Non ho altro da dire se non questo: Dio vi sta aspettando. Andategli incontro. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

953 – 13 maggio 1995 (a Firenze)

Cari figli, sono la Regina della Pace. Oggi ricordate la mia venuta sulla terra nella povera Cova de Iria, dove ho chiamato gli uomini alla conversione, ma dove pochi mi hanno prestato attenzione. Oggi, ancora una volta, vengo a voi in numerose apparizioni per implorarvi di ritornare al Dio della salvezza e della pace. È giunto il momento del vostro sì. Se non vi convertite, cadrà fuoco dal cielo e buona parte dell’umanità verrà distrutta. Non state con le mani in mano. Quello che dico è serio. Non sono qui per scherzo. Molti dovranno pentirsi per non aver ascoltato gli appelli del cielo, ma sarà tardi. Pentitevi dei vostri peccati e cercate di essere come Gesù in tutto! Pregate! Solo mediante la preghiera la vostra vita sarà trasformata. Soffro per le anime che ogni giorno si gettano nell’inferno. Fate attenzione! Siete preziosi per il Signore. Convertitevi adesso! Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.024 – 26 ottobre 1995

Cari figli, allontanatevi dal peccato e ritornate al Signore! Il peccato è la peggiore epidemia che esista nell’umanità. Il peccato ha condotto molti dei miei poveri figli alla perdizione. Molte anime si gettano ogni giorno nell’inferno perché muoiono senza la grazia di Dio. Soffro a causa dei vostri peccati e vi chiedo di allontanarvi da ogni tipo di male. Siate solo del Signore! Non potete servire Dio e il diavolo. Fate attenzione! Sappiate che a chi molto è stato dato molto verrà chiesto. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

1.687 – 15 gennaio 2000

Cari figli, questa sera vi invito a pregare davanti alla Croce per la pace nel mondo e per la salvezza delle anime. Vi chiedo di non vivere in peccato mortale, perché se arrivate alla fine della vita in questo stato, vi attende la morte eterna all’inferno. Sforzatevi di essere santi, perché solo così l’umanità troverà la salvezza. Non voglio obbligarvi, ma accogliete con docilità i miei appelli. Voi avete un impegno con il Signore. Non fuggite da Lui. Se vi aprite con fedeltà, il Signore vi ricompenserà con generosità. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.